Meccatronica: elettronica e meccanica

Nel settore dell'automazione è impossibile pensare all'elettronica senza la meccanica e viceversa; ecco che nasce la disciplina che unisce entrambe: la MECCATRONICA.
L'origine della parola meccatronica è formata da mecca(nica)+(elet)tronica e come da definizione enciclopedica significa: "...Scienza che nasce dall’integrazione tra la meccanica e l’elettronica al fine di progettare, sviluppare e controllare sistemi e processi a elevato grado di automazione e integrazione...".
Ma è solo questo?
Apparentemente la definizione sopra riportata sembrerebbe limitare un po' la multidisciplinarietà di tale disciplina, ma non è così, soprattutto se parliamo di meccatronica non solo per l'automazione industriale.
La mecca(nica) in meccatronica è da intendersi non solo come "...Scienza che studia il moto e l’equilibrio dei corpi..." ma come insieme delle "discipline" e processi che creano l'aspetto e il corretto funzionamento della meccanica stessa: materiali, verniciature, ergonomia, design, ingombro, e non solo, imballaggio, montaggio, trasporto.
Facciamo un esempio: ipotizziamo di dover progettare un lettino per massaggi da utilizzare/esporre nelle fiere internazionali per conto di un centro estetico; oltre allo studio della meccanica, per far si che il lettino possa alzarsi e abbassarsi, possa reclinare la parte busto o la parte gambe e supportare diversi pesi, devo tener conto dell'ergonomia per far si che sia comodo sia per la persona sdraiata che per il massaggiatore; devo progettarlo che sia facilmente trasportabile, magari leggero, smontabile o piegabile; che sia facile e veloce da montare e smontare, e che sia accattivante esteticamente. Non è semplice!
L'(elet)tronica in meccatronica, oltre all'hardware vero e proprio, comprende anche il software, il firmware e tutta la conoscenza nel campo della comunicazione (wirless, bluetooth, radar, infrarosso...), dell'illuminotecnica, dell' audio e video, ecc...e soprattutto deve tener conto dei vincoli imposti dalla meccanica.
Tornando all'esempio di prima, se volessimo progettare un lettino meccatronico, oltre a tutto quanto scritto sopra, dovremmo tener conto anche dell'elettronica che mi permette di muoverlo e trasportarlo ( tasti, video, alimentazione, ecc...), che magari mi permetta di scaldare zone del corpo del paziente e contemporaneamente emettere musica, luce, essenze, e che possa comunicare, possibilmente senza cavo (wireless per esempio), con un PC posto sul retro dello stand. Infine dovremo pensare all'integrazione armonica tra la meccanica e l'elettronica, e quindi: la meccanica dovrà tener conto degli ingombri, supporti, integrazioni, ecc...dell'elettronica così come l'elettronica dovrà a sua volta tener conto dell'estetica, della meccanica di funzionamento, ecc...della meccanica.Quante cose!
Ecco allora la reale e moderna definizione di meccatronica: insieme delle discipline e processi meccanici ed elettronici che concorrono a creare una fusione funzionale, estetica e sicura tra le due discipline.

"Cit.: Eniclopedia Treccani

 

NEWS - Meccatronica